In questo articolo:

    Se sei in cerca di un modo per fare soldi con il tuo sito WordPress in questo articolo voglio condividere con te i migliori modi comprovati per guadagnare con il tuo sito WordPress.

    Come ben saprai, WordPress può essere usato per scrivere articoli e pubblicare pagine, ma ti assicuro che puoi usarlo tranquillamente per guadagnare online lavorando da casa.

    Attenzione però, in questo articolo non voglio venderti nessun corso miracoloso e soprattutto in questo articolo non troverai la formula magica per diventare ricco, né voglio farti immaginare che seguendo uno di questi metodi acquisterai quella macchina lussuosa o che lavorerai da una spiaggia tropicale.

    Guadagnare online è una cosa possibile, molto frequente, ti assicuro che ci sono tantissime persone che si guadagnano da vivere con il loro sito web, ma dietro c’è tantissimo lavoro da fare. Quindi aprendo il tuo sito non aspettarti di iniziare a guadagnare già da domani mattina, né che guadagnerai velocemente migliaia di euro al giorno, chi ti dice il contrario sicuramente ti vuole truffare.

    Voglio darti un consiglio molto semplice, ma allo stesso tempo molto importante: per fare in modo di guadagnare con il tuo sito web la prima cosa da fare è ottenere tantissimo traffico sulle tue pagine.

    Infatti quanto più pubblico avrai, quanto più stretta è la tua nicchia di mercato, quanto più è attiva la tua community, più saranno le possibilità che il tuo nuovo business online avrà successo.

    Monetizzare con il blog

    Monetizzare con il blog

    Quando si pensa a come monetizzare con un blog la prima cosa che viene in mente è inserire la pubblicità. Sì, è possibile guadagnare con i banner pubblicitari su un sito web ma ci sono tanti altri modi per fare soldi con i tuoi contenuti. Eccone alcuni:

    Guadagnare con le affiliazioni

    L’affiliate marketing è quando tu raccomandi un prodotto o un servizio attraverso un tuo articolo o una pagina usando uno speciale link e ti fa ottenere una commissione per ogni acquisto completato dopo il clic sul tuo link. Un classico esempio di vita reale è quando tu consigli ad un amico di aprire un conto bancario ottenendo un bonus.

    Lo stesso tipo di programmi di affiliazione è disponibile per tutti i settori di mercato (nicchie).

    Se sei interessato a questo genere di programmi puoi iniziare pensando ai prodotti che già usi e che potrebbero essere utili anche ai tuoi lettori, poi vedi se sono disponibili dei programmi di affiliazione e nel caso ci siano prova a registrarti.

    Guadagnare con le affiliazioni è il modo più semplice per fare soldi con un sito, perché tu puoi promuovere tantissimi prodotti esistenti dai numerosi marketplace come Amazon, eBay, Gear Best, Zalando, VolaGratis, Booking, ma puoi provare anche i network di affiliazione, cioè un contenitore di tanti programmi di affiliazione, tra i migliori troviamo: Awin, ClickBank, TradeTracker, Sprintrade, Zanox, TradeDoubler, e tantissimi altri.

    Per avere una lista più dettagliata, vedi questa directory creata dal sito AlVerde.net.

    Inserire AdSense su WordPress

    Google AdSense è un altro modo semplice per fare soldi con il tuo blog. Una volta registrato al sito ed ottenuta l’abilitazione da parte di Google del tuo account, ti basterà inserire nel tuo sito lo script che Google ti fornisce per iniziare a mostrare la pubblicità sulle tue pagine.

    Verrai pagato ogni volta che qualcuno farà clic su un banner del tuo sito ed il tuo guadagno potrà variare in base al costo-per-clic (CPC).

    Il CPC è definito dall’inserzionista ed è gestito da Google sulla base di un’asta tra i vari inserzionisti.

    AdSense è un ottimo modo per iniziare a guadagnare con line con il proprio sito WordPress, ovviamente esistono anche delle alternative ad AdSense.

    Di seguito una lista dei migliori plugin utili a gestire la visualizzazione degli annunci di AdSense:

    Vendere spazi pubblicitari

    Vendere direttamente i propri spazi pubblicitari può essere un modo alternativo per monetizzare, negoziando direttamente con gli inserzionisti il prezzo ed il periodo di permanenza.

    Sopra abbiamo parlato del CPC, in questo caso sarebbe più conveniente utilizzare una tariffa fissa, in base alla dimensione del banner o il posizionamento.

    Tuttavia, in questo caso, la vendita diretta può richiedere molto più tempo di AdSense, perché bisogna occuparsi di tutte le questioni: dal contrattare il prezzo, all’aggiungere il banner sul sito, passando dalla fatturazione per ogni inserzione.

    C’è da dire comunque, che esistono tantissimi plugin che ci aiutano a semplificare il processo, permettendoti di usare anche AdSense contemporaneamente, eccone qualcuno che uso spesso:

    Articoli sponsorizzati

    Tantissimi blogger, oramai da qualche tempo, hanno smesso di utilizzare la pubblicità sui loro blog. Le ragioni possono essere molte: con AdSense non hanno il controllo delle pubblicità che appaiono sui loro siti, inoltre i loro utenti sono stufi di visualizzare il banner, a volte molesti, e spesso utilizzano estensioni dei browser per bloccare la pubblicità (adBlock).

    Gli articoli sponsorizzati sono sostanzialmente dei post pagati da aziende sponsor in cui si promuovono prodotti o servizi della azienda stessa, usando anche recensioni.

    Se sei interessato a questo genere di promozione, è buona norma creare una pagina dove si pubblicherai un report di traffico del tuo sito, il numero di follow delle tue pagine social e tutti quei numeri utili per rendere appetibile il tuo sito agli occhi degli inserzionisti.

    Ovviamente non va dimenticato un modulo di contatto o un indirizzo e-mail per entrare in contatto diretto con gli inserzionisti interessati.

    Per realizzare un blog di articoli sponsorizzati hai bisogno anche di un tema ottimizzato, a questo proposito voglio consigliarti ThemeDroid, un tema WordPress ottimizzato per gli articoli sponsorizzati e le recensioni, realizzato da noi in collaborazione con gli amici di ThemeintheBox.com (tra l’altro è il tema che utilizziamo in questo blog).

    Guadagnare vendendo siti già avviati

    Se sai realizzare un sito in WordPress e sai anche portare traffico, questo potrebbe essere il metodo che fa per te. Infatti molti blogger scelgono di acquistare progetti già avviati per partire più velocemente.

    Naturalmente quando parlo di traffico intendo molto traffico, diciamo almeno 5.000 utenti e 10.000 pagine visualizzate al mese.

    Se hai già dei progetti avviati e vuoi venderli ecco qualche sito che può fare al caso tuo:

    Creare Aree Private a Pagamento

    Creare Aree Private a Pagamento

    Se non sei interessato ad articoli sponsorizzati, vendere pubblicità o vendere siti web, ma hai comunque contenuti di altissimo valore, uno dei metodi più usati è quello di farsi pagare per accedervi.

    Creare aree ristrette con membership

    Avere contenuti di altissimo livello e lettori fedeli disposti a pagare per leggere/guardare/ascoltare quello che pubblichi, perché conoscono il tuo valore e la tua esperienza, questo è sicuramente un modo sicuro per monetizzare con il proprio sito.

    WordPress possiede tutte le caratteristiche necessarie per creare facilmente un sito con contenuti ristretti, ma se quello che cerchi è qualcosa di più avanzato niente paura, grazie ai numeri plugin presenti WordPress si trasforma in un sito con livelli di membership.

    In questo nostro tutorial trovi moltissimi plugin che possono aiutarti a creare la tua area privata con membership, inoltre c’è anche una guida passo passo per creare la tua area riservata con membership a scadenza.

    Forum privati

    Un’altra opzione per creare aree di siti a pagamento è quella di creare forum privati dove gli utenti pagano per accedere.

    Anche se oramai un po’ fuori moda, i forum sono un ottimo modo per coinvolgere il pubblico attirandoli ad un confronto diretto con te che puoi aiutarli in questioni difficili o avanzate.

    Bada bene, sicuramente moderare un forum è un duro lavoro da portare avanti da solo e probabilmente avrai bisogno di qualche collaboratore che ti aiuti a farlo, ma i compensi che si possono ottenere sono altrettanto voluminosi se l’argomento scelto è fruttuoso e ben lavorato.

    Come ben saprai WordPress può trasformarsi velocemente in un forum grazie al plugin ufficiale Buddypress, quindi miscelando i plugin di membership ecco servito un forum privato pronto a monetizzare.

    Creare bacheche di annunci e directory

    Creare bacheche di annunci e directory

    Anche se possono sembrare modalità un po’ superate, perché i gruppi Facebook sono strapieni di annunci di qualsiasi genere, un’altra opzione per guadagnare con il proprio sito web è creare siti di annunci o directory di categoria.

    Creare una directory a pagamento

    Generalmente le directory possono sembrare superate, soprattutto da quando i bot scansionano il web creando directory di qualsiasi genere, ma ti assicuro che una directory professionale, incentrata su una nicchia specifica o ben localizzata, specie se si possiede un grande traffico o una nutrita community, potrebbe essere estremamente necessaria, tanto da invogliare gli imprenditori che ne vogliono far parte a pagare per apparire.

    Ancora una volta WordPress può trasformarsi velocemente in quello che vogliamo grazie ai plugin disponibili:

    Creare un sito di annunci con inserzioni a pagamento

    Come già detto, esistono davvero tantissimi siti di annunci, quasi tutti gratuiti, ma allo stesso tempo chi ci ha avuto a che fare almeno una volta sa bene che proliferano di annunci falsi, truffe o comunque molto pericolosi, in quanto gli acquisti non sono quasi mai tutelati.

    Ora prova a pensare ad un sito di annunci dove tutti gli annunci sono verificati e dove chi espone il proprio annuncio paga per pubblicarlo. Potrebbe essere questo il tuo punto di forza.

    Altro punto di forza potrebbe essere un sito di annunci di una specifica nicchia di mercato, dove esiste davvero pochissima concorrenza.

    Ecco qualche plugin per facilitarti il lavoro:

    Vendere prodotti digitali

    Vendere prodotti digitali

    Se quello che cerchi è un sito che ti faccia fare soldi con pochissima manutenzione, allora vendere prodotti digitali (infoprodotti) è proprio quello che fa per te. Infatti, una volta che hai creato il tuo prodotto digitale (ebook, video, podcast, slides, ecc.) devi metterlo in vendita e basta. Il tempo che impiegherai per la manutenzione sarà davvero pochissimo.

    A questo proposito voglio segnalarti il fantastico libro di Timothy Ferriss “Quattro ore alla settimana” best seller e in classifica top 100 del Wall Street Journal per tantissimo tempo, il quale ti aiuterà a capire esattamente cos’è un infoprodotto e perché dovresti crearne uno e venderlo.

    Vendere ebook con WordPress

    Quando si pensa ad un prodotto digitale la mente va subito agli ebook. Gli ebook sono semplici da produrre e facili da vendere.

    Se sei un blogger puoi raccogliere i tuoi migliori articoli pubblicati in passato, convertirli in capitoli, impaginarli, creare una bella copertina e trasformare il tutto in PDF, et-voilà ecco il tuo ebook pronto per essere distribuito.

    Vendere prodotti digitali con WordPress è altrettanto semplice grazie ai tantissimi plugin disponibili.

    Vendere corsi online

    Vendere corsi online è un altro grande modo per monetizzare con il tuo sito. Di solito i corsi online sono venduti ad un prezzo molto più alto degli ebook, ma gli utenti apprezzano seguire gli esperti passo passo attraverso i video.

    Per creare le lezioni del tuo video corso avrai bisogno di alcuni strumenti molto semplici da reperire. Se ad esempio nei tuoi video hai bisogno di mostrare il tuo schermo (screencast) online puoi trovare tantissimi software disponibili. Se nel caso contrario, i tuoi video sono incentrati su di te o su altri oggetti, puoi usare il tuo smartphone per realizzare i video.

    Oltre ai video puoi aggiungere altro materiale scaricabile allegato alle lezioni. Una volta che il corso è completo puoi usare dei plugin appositi per offrire il tuo corso al pubblico.

    Ecco una lista di plugin utili:

    Ospitare webinar a pagamento

    I webinar sono senza dubbio il miglior modo per creare un’audience, condividere esperienze e accrescere il proprio business. Ma forse non sai che sono tra i modi più semplici per fare soldi online.

    I webinar sono come i corsi online con la differenza che sono trasmessi dal vivo e spesso includono domande e interazioni con il pubblico.

    WordPress rende facile ospitare un webinar a pagamento sia che tu utilizzi il tuo sito per trasmettere il webinar, sia che tu debba solo pubblicizzare il tuo webinar e raccogliere le registrazioni dei partecipanti.

    In questo articolo abbiamo raccolto i migliori temi WordPress per eventi, ovviamente gli stessi temi possono essere utilizzati anche per il tuo webinar.

    Inoltre, di seguito trovi i miei plugin preferiti da utilizzare quando si organizza un webinar:

    Vendere servizi online usando WordPress

    Vendere servizi online usando WordPress

    Vendere servizi è il modo più semplice e veloce per fare soldi online, senza nessun costo di investimento iniziale o magazzino. Ti basterà solo fare quello che già sai fare: il tuo lavoro. WordPress ti aiuterà innanzitutto ad avere una presenza online, dopodiché ti basterà piazzare il tuo bottone “ASSUMIMI” o “CHIEDI UN PREVENTIVO” per ottenere potenziali clienti e iniziare la tua attività online.

    Anche io ho creato la mia pagina “CHIEDI UN PREVENTIVO” dove rispondo alle richieste degli utenti che hanno problemi con il loro sito WordPress.

    Offrire servizi da freelance

    Se sei un blogger con un certo pubblico che ti segue, sei un esperto di una determinata nicchia, puoi iniziare facilmente a guadagnare online offrendo le tue competenze come libero professionista.

    Fare il freelance è uno dei modi più popolari per guadagnare online con il proprio sito perché non necessita praticamente di nessun tipo di investimento economico o di tempo. Devi solo iniziare ad offrire alle persone quello che già fai.

    WordPress può aiutarti in molti modi, con plugin per creare moduli di contatto (anche preventivi), pagamenti e fatture, fino ad arrivare a plugin molto strutturati per la gestione dei progetti.

    Diventare un coach o un consulente

    La figura del coach sta diventando sempre più una realtà anche in Italia. Il coach da consigli e guida i propri clienti a raggiungere gli obiettivi che si sono prefissati e li aiuta a migliorare il loro business o il loro stile di vita. I coach possono ricoprire tantissime aree: business, stile di vita, soldi, scrittura, alimentazione, ma anche professioni classiche tipo: psicologia, contabilità, consulenze legali, ecc.

    Il consulente (o il coach) può lavorare in due modi: offrire sessioni uno-a-uno dove, tramite videochiamate via Skype, svolge il proprio lavoro, oppure lavorare sul territorio, acquisendo clienti che poi si recheranno presso lo studio, ufficio o nel luogo dove avverrà la consulenza.

    Per aiutarti a lavorare e soprattutto a guadagnare, WordPress ti viene incontro con plugin per impostare moduli di prenotazione in modo che gli utenti possano programmare le propri appuntamenti di coaching/consulenze direttamente dal tuo sito WordPress.

    Vendere prodotti fisici usando WordPress

    Vendere prodotti fisici usando WordPress

    Vendere prodotti digitali e servizi può essere facile per iniziare a guadagnare online, ma non c’è niente che da più soddisfazione di vendere un prodotto fisico da spedire ai nostri clienti.

    Aprire un e-commerce usando Woocommerce

    WordPress facilita la creazione di un e-commerce o l’aggiunta di una sezione shop al tuo blog già esistente, utilizzando il famoso plugin gratuito Woocommerce.

    Attenzione però, avviare un negozio online può essere molto impegnativo, perché è necessario acquistare prodotti da rivendere, spesso bisogna fare magazzino, spedirli, gestire i resi, il customer care, ecc. Insomma, se pensi che un e-commerce faccia tutto da solo, ti sbagli di grosso: aprire un negozio online impiega le stesse ore di lavoro ed impegno di un negozio fisico.

    Ovviamente se si sa già a cosa si va incontro, vendere prodotti fisici darà grandissime gratificazioni ad ogni vendita effettuata, soprattutto perché ci si affaccia ad un pubblico potenzialmente mondiale, wow.

    Creare un negozio online di t-shirt con WordPress

    Tutti indossiamo t-shirt e tutti le amiamo e le desideriamo personalizzate. Per questo motivo creare un negozio online di t-shirt è una fantastica idea. Vendere un prodotto unico è senza dubbio un fattore in più che ti aiuterà ad avere successo.

    Se hai già tutto l’occorrente per personalizzare le t-shirt, sei già a metà dell’opera, in caso contrario non scoraggiarti perché esistono tantissimi servizi online che stampano e spediscono i prodotti per te, tu dovrai solo passargli il file.

    WordPress ti viene nuovamente incontro con uno dei plugin più interessanti degli ultimi tempi WP-Spreadplugin, che permette ai tuoi utenti di disegnare la loro t-shirt direttamente dal tuo sito. Figo direi.

    Oltre a questo plugin, si possono trovare tante alternativa a pagamento, molto complete, utili per realizzare non solo t-shirt, ma anche tanti altri oggetti:

    Creare un sito di Dropshipping con Woocommerce

    Il dropshipping è un altro modo per creare un e-commerce nel tuo sito WordPress senza però dover gestire il magazzino o dover spedire gli articoli personalmente.

    Ovviamente dovrai prendere accordi con i distributori che permettono di vendere in dropshipping, ti invieranno un listino prezzi che dovrai caricare nel tuo store e grazie a plugin tipo WooCommerce Dropshipping o WooCommerce Dropshippers invierai gli ordini direttamente al distributore, gestendo il flusso dell’ordine automaticamente.

    Se questo metodo ti ha incuriosito, ma non conosci abbastanza il dropshipping, ti consiglio questo articolo davvero ben fatto che ti spiega da dove partire per creare il tuo sito in dropshipping, i pro ed i contro.

    Creare Piattaforme di servizi

    Creare Piattaforme di servizi

    WordPress possiede alcuni plugin incredibilmente potenti, che possono diventare vere e proprie piattaforme di servizi.

    Puoi aggiungere una piattaforma simile al tuo sito o al tuo negozio online ed offrirla come servizio a pagamento, ottenendo una percentuale da ogni vendita generata, in modo da consentirti di guadagnare entrate passive direttamente dai tuoi utenti.

    Creare un e-commerce multivendor con Woocommerce

    Un marketplace multivendor (o multi venditore) è un e-commerce dove gli utenti, oltre che acquistare normalmente, possono anche vendere i propri prodotti.

    Devi solo installare il plugin WC Vendors Marketplace per trasformare il tuo Woocommerce in una piattaforma multivendor, successivamente i tuoi utenti potranno registrarsi al sito come venditori e iniziare a vendere i loro prodotti.

    Tu potrai guadagnare facendo pagare delle commissioni su ogni vendita oppure consentendo ai tuoi venditori di acquistare pacchetti di abbonamento per i loro annunci.

    Di seguito i migliori plugin per aiutarti a creare il tuo marketplace multi-venditore:

    Creare un sito di aste con WordPress

    Un sito di aste consente agli utenti di fare un’offerta per acquistare un prodotto.

    Sicuramente l’esempio più famoso è eBay, ma grazie a WordPress anche tu potrai creare il tuo sito di aste. Ti basterà installare Woocommerce, un plugin di aste e installare anche un plugin per multi-vendor potrai persino consentire ai venditori esterni di aggiungere i propri prodotti, facendoti guadagnare una percentuale sulle vendite o una commissione.

    Diventare uno sviluppatore WordPress

    Se le attitudini tecniche sono il tuo punto di forza, puoi diventare uno sviluppatore o un designer in ambito WordPress per guadagnare soldi online. In questo caso avrai bisogno di capacità tecniche elevate, ma ti assicuro che non sarà difficile trovare clienti.

    A questo proposito dai un’occhiata alla mia pagina di richiesta di preventivo, giusto per avere uno spunto.

    Sviluppare plugin WordPress

    I plugin WordPress permettono di estendere le funzionalità di WordPress e funzionano proprio come le app. Esistono milioni di plugin, dal più semplice al più complesso. Se hai una buona conoscenza di PHP apprenderai facilmente le funzioni di WordPress per creare anche tu il tuo plugin.

    Una volta ideato e sviluppato il tuo plugin, ci sono molti modi per promuoverlo. Tutti possiamo ad esempio, caricare il nostro plugin gratuito sul repository ufficiale di WordPress, questo ti aiuterà per fare esperienza e crearti una reputazione come sviluppatore di plugin.

    Una volta che sarai pronto per vendere il tuo plugin, potrai scegliere di venderlo su uno dei tanti marketplace presenti online. In alternativa puoi venderlo direttamente dal tuo sito web (ed in questo caso la sezione vendere un prodotto digitale potrà esserti utile).

    Ecco la lista dei marketplace dove puoi vendere i tuoi plugin:

    Vendere temi WordPress

    Se sei più portato per il web design, puoi creare i tuoi temi WordPress da vendere.

    Sviluppare temi WordPress richiede sia capacità progettuali che tecniche, oltre che gusto estetico, perciò devi saper creare un tema dal design ricercato, con funzionalità avanzate utili a chi lo userà. Non è semplice, ma sicuramente con il tempo affinerai la tua tecnica di sviluppo apprendendo nuovi meccanismi di volta in volta che ne creerai uno nuovo.

    Anche in questo caso hai molti modi per distribuire i tuoi temi: puoi scegliere un marketplace, oppure venderli sul tuo sito, ovviamente nel caso li vendi da solo il guadagno sarà tutto tuo, non devi dare nessun tipo di commissione a nessuno. Al contrario se vendi tramite un marketplace, devi riconoscere una commissione che può andare dal 20% al 40% per ogni vendita.

    La differenza sta nel fatto che un marketplace porta sul tuo tema tantissimo traffico mentre se vuoi vendere da solo, tramite il tuo sito devi essere bravo a incanalare più utenti possibili.

    Il mio consiglio è distribuire il tema in versione freemium, cioè per metà gratuito e per metà a pagamento. Per farlo puoi utilizzare il repository ufficiale di WordPress, mostrando il tema in versione lite con le caratteristiche avanzate a pagamento nella versione premium.

    In tutti i casi ti lascio un elenco dei marketplace più famosi dove vendere i tuoi temi:

    Accettare donazioni con WordPress

    Accettare donazioni con WordPress

    In ultimo, uno dei modi per fare soldi con il proprio sito web è chiedere una donazione ai tuoi utenti. Si possono accettare donazioni in tanti modi: puoi aggiungere un tasto donazioni di PayPal, o un tasto donazioni di Stripe sul tuo sito.

    con questo metodo ottenere soldi dai tuoi utenti può essere molto difficile, perché purtroppo spesso (soprattutto in Italia) il web è visto come un posto dove tutto è dovuto.Seguito alcuni plugin utili per accettare donazioni:

    Conclusione

    Questi sono secondo me i migliori modi comprovati per guadagnare soldi con il tuo sito web, ma se conosci altri modi o se hai domande su come mettere in pratica uno di questi metodi, scrivimi pure un commento sotto questo articolo.


    Photos by
    Melissa Walker Horn
    Glenn Carstens-Peters
    Jonathon Young
    Mr Cup / Fabien Barral
    freestocks.org
    Clem Onojeghuo
    Brooke Lark
    Geoff Greenwood
    Jefferson Santos
    Kat Yukawa
    on Unsplash